Atto Costitutivo - Associazione Mamma Margherita

Vai ai contenuti

Menu principale:

Atto Costitutivo

Chi Siamo
Atto Costitutivo
ATTO COSTITUTIVO (PUNTI SALIENTI)

L’Associazione ispira la sua azione ai valori dell’insegnamento di don Bosco, il Santo dei giovani ed ha lo scopo di contribuire, a mezzo di attività e strutture educative, ad affrontare le problematiche giovanili, in collaborazione con i Servizi Sociali degli Enti Locali, i Tribunali dei Minori, il Servizio Sanitario Nazionale e con quanti hanno a cuore l’educazione della gioventù, soprattutto al servizio dei ragazzi e dei giovani più bisognosi ed in difficoltà che per situazione sociale e familiare o per comportamenti già attuati necessitino di un’azione di prevenzione educativa ispirata al sistema educativo di Don Bosco.

Tale finalità verrà posta in essere tramite:

- progettazione, organizzazione e gestione di attività di educazione, animazione e formazione culturale in particolare all’utenza dell’area materno infantile, minorile e giovanile, in collaborazione con singoli e istituzioni, utilizzando a tale scopo gli strumenti tecnico operativi atti a garantire l’efficacia e la qualità dell’intervento;
- attività educative per l’educazione di base e la prevenzione del disagio psico-sociale; in particolare l’Associazione può gestire stabilmente o temporaneamente, in conto proprio o per conto di terzi Asili Nido, Baby Parking, scuole materne, Centri diurni, centri di Aggregazione, case famiglia, comunità alloggio, etc. ;
- attività di ricerca, progetti di corsi di formazione professionale;
- promozione e gestione corsi di formazione professionale volti alla qualificazione umana, culturale e professionale (anche con il contributo degli Enti Pubblici e privati in in genere e/o singoli).

L’Associazione esclude tassativamente ogni fine di lucro (art. 2).

Compito di tutti i collaboratori e degli educatori in maniera diretta sarà di svolgere o preparare a svolgere quelle funzioni adulte, che sono mancate o sono state precarie nella precedente esperienza di vita dei minori e che sono importanti per la vita di quanti operano in campo educativo; funzioni di ascolto e di comprensione, di guida e di autorevolezza, atte a favorire e sostenere lo sviluppo e la crescita individuale di ciascun minore.

In particolare le modalità dell’intervento educativo garantiranno:

- l’attenzione alle individualità e ai bisogni psico - affettivi;
- una relazione corretta adulto - minore per l’acquisizione di positive regole e rapporti di convivenza;
- lo spazio per una maturazione affettiva equilibrata ed un inserimento nel contesto sociale circostante;
- l’autonomizzazione, inserimento e frequenza scolastica, attività del tempo libero, eventuale inserimento lavorativo.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu